Rassegna stampa

 

23/11/2008

IL GIORNO

LANZETTA, ALLARME-TROPPE ORE CON CELLULARI E VIDEOGIOCHI. ATTENTI ALLE TENDINITI


Sms, palmari e play station forzano il movimento della mano. Se trascurati, i sintomi possono evolvere in vere e proprie patologie che interessano i tendini, i nervi ed i legamenti delle mani e dei polsi. L’uso di queste tecnologie può causare ai bambini problemi di scoliosi, piedi piatti e torcicollo, soprattutto a causa delle posture errate assunte mentre si gioca con i videogames. «Vorremmo che la giornata del bambino diventasse un appuntamento fisso -dice la terapista Graziella Urso- per un controllo annuale».

Pericoli da sovraccarico funzionale alle mani per tutti i bambini che usano cellulari e videogiochi. Per prevenire i disturbi e curare con opportune riabilitazioni quelli già insorti, i terapisti del Centro di Riabilitazione il Carrobiolo, ieri hanno organizzato in Vicolo Scuole 5, la Giornata del Bambino.

Hanno aderito una quarantina di famiglie, genitori e figli, per un incontro tra giochi e clown e prestigiatore. Mentre i bambini giocavano, i genitori hanno potuto fare domande a Graziella Urso, terapista della riabilitazione, sulle posture corrette a scuola e sui rischi nell’abuso dell’utilizzo di computer e playstation, telefoni cellulari e palmari; e su eventuali sport per correggere disturbi.

Il Centro di Riabilitazione il Carrobiolo è il servizio riabilitativo dell’Istituto Italiano di Chirurgia della Mano di Monza, diretto dal professor Marco Lanzetta, il primo medico italiano che ha sperimentato il trapianto di mano, proprio all’Ospedale San Gerardo di Monza.

«Oggi lo stile di vita dei nostri bambini è cambiato -spiega il professor Marco Lanzetta- prevede una manualità diversa, che può procurare disturbi anche gravi alle mani esposte alla sindrome da sovraccarico funzionale. I messaggi con il telefonino, in particolare, possono causare, nel tempo, tendinite e tendinopatie. I telefoni palmari, poi, che prevedono l’utilizzo di una micro penna, richiedono uno sforzo di precisione importante da parte della mano. I videogiochi, invece, possono causare disturbi agli arti superiori e soprattutto alle dita per un utilizzo eccessivo e prolungato di controllers e joysticks».

Se si osserva un bambino giocare ad un videogame, ci si rende conto che i movimenti dei polsi, dei pollici e delle altre dita sono rapidi e ripetitivi. Se non interrotti, i bambini tendono a rimanere ore davanti al loro videogame preferito ed è quindi importante abituarli a limitare il tempo di gioco e, soprattutto, a concedersi frequenti pause. I sintomi di potenziali disturbi dovuti all’utilizzo prolungato e indiscriminato dei controllers includono, inoltre, arrossamenti e piccole vesciche, parestesia e gonfiore dei pollici od altre dita.

DOVE SIAMO

Telefono: +39 039 23 24 219
E-Mail: info@centronazionaleartrosi.it
Indirizzo: Vicolo Scuole 5 - Monza - IT

COME PRENOTARE

La prenotazione può essere effettuata:
  • di persona presso la nostra sede a Monza, vicolo Scuole 5, dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 18,00
  • telefonando al n. 039 23 24 219
La segreteria fornirà le informazioni circa le formalità di accettazione, i documenti da presentare e come raggiungerci. Per disdire la prenotazione telefonare al n. 039 23 24 219 o inviare un fax al n. 039 23 15 228 o una e-mail all'indirizzo info@centronazionaleartrosi.it